La durata di un percorso psicologico è variabile: non presenta tempi e modalità predefinite.
Essa è determinata della tipologia d’intervento, dal bisogno del paziente e dal superamento della situazione critica.
Gli interventi sono diversi; alcune consulenze si strutturano in tre sedute: si tratta di situazioni in cui una persona si trova a vivere un momento di incertezza o disequilibrio.
In questo caso, sono necessari pochi incontri chiarificatori per ritrovare l’equilibrio perso.
Altre consulenze necessitano di tempi maggiori, settimane o mesi che si differenziano anche per la frequenza che può essere settimanale o quindicinale.
Le sedute necessarie possono variare da 12 a 24, e la durata complessiva sarà di circa 6 mesi.
Quest’ultime comprendono persone che soffrono di attacchi di panico o hanno vissuto un grande lutto.

A cura di Sara Camerata, psicologa