Ti trovi qui::Home/Scuola di counseling Milano – corso triennale/Elementi teorici, orientamento e bibliografia

ELEMENTI TEORICI, ORIENTAMENTO E BIBLIOGRAFIA

Il concetto di integrazione è elemento fondante dell’impianto teorico della scuola che vede integrati: persona-famiglia-comunità.

La persona
Elemento base teorico-pratico è il concetto di centralità della persona, di cui siamo debitori alla ricerca e all’opera di Carl Rogers.
Il percorso formativo ha le sue basi nell’approccio rogersiano e nei contributi filosofici della fenomenologia e dell’esistenzialismo cui tale approccio è strettamente collegato: la persona è vista come un soggetto unico, tendente all’autorealizzazione.
Il futuro counselor, nel corso del triennio, impara a dare valore all’esperienza soggettiva dell’altro, alle sue emozioni, al suo racconto; impara l’accoglienza, che favorisce nella persona un processo di comprensione e di trasformazione.

La famiglia
La persona, secondo il nostro approccio, è intesa come soggetto in collegamento con altri soggetti.
L’essere umano, concepito nella relazione di coppia, matura nella relazione familiare, si apre al sociale.
La famiglia è l’anello di congiunzione fra la persona e la comunità.
Il counselor deve poter lavorare con la persona nella sua connessione con la famiglia, specialmente se a evidenziare un disagio è un bambino o un adolescente.
La scuola offre competenze di lavoro con le famiglie mediante contributi appartenenti all’orientamento sistemico.
Il counseling sistemico presta attenzione alle relazioni che la persona stabilisce col contesto e fornisce elementi per riconoscere i diversi punti di vista e per individuarne il ruolo nell’organizzazione familiare.
Il lavoro con la famiglia, secondo il nostro approccio, vede l’integrazione fra la componente rogersiana e la componente sistemica e si traduce in un lavoro flessibile rivolto sia alla persona che all’organizzazione familiare, intese come il prolungamento l’una dell’altra.

La comunità
Il Counseling per la comunità ha lo scopo di promuovere nelle persone il senso di appartenenza alla comunità locale. Ha un orientamento relazionale e metodologicamente utilizza il counseling con gruppi.
Il gruppo è cassa di risonanza che favorisce nelle persone la conoscenza di sé e il cambiamento. Il lavoro di gruppo è elemento di interazione con la comunità, con lo scopo di attivare progetti concreti che possano impattare nella vita quotidiana.
Il counselor deve essere preparato a lavorare coi gruppi perché il gruppo amplifica i bisogni, favorisce il confronto, induce riflessioni, esercita la propositività ed è attivatore di creatività nella ricerca di possibili soluzioni.
Il counseling per la comunità favorisce nelle comunità territoriali la sperimentazione di forme di partecipazione civica e finalizzate allo sviluppo di una cittadinanza attiva e partecipativa.

Alcuni elementi bibliografici di riferimento per i contenuti delle lezioni:

  • Bruzzone D. (2007), Carl Rogers. La relazione efficace in psicoterapia e nel lavoro educativo, Roma, Carrocci Faber.
  • Campagnoli P. (2011), Professione Counseling, Rimini, Maggioli Editore.
  • Jaspers K. (2014), La cura della mente, Roma, Castelvecchi.
  • Rogers C. R. (2012), Un modo di essere, Firenze, Giunti.
  • Rogers C. R. (2013), Terapia-centrata-sul-cliente, Firenze, Giunti Editore.
  • Rogers C. R. (1978), Potere personale. La forza interiore e il suo effetto rivoluzionario, Roma, Astolabio Ubaldini.
  • Rogers C. R. (1971), Psicoterapia di consultazione. Nuove idee nella pratica clinica e sociale, Roma, Astrolabio Ubaldini.
  • Gambini P. (2007), Psicologia della famiglia. La prospettiva sistemico-relazionale, Milano, Franco Angeli.
  • Ammanniti M. (2015), La famiglia adolescente, Roma-Bari, Laterza.
  • Capra F. (2013), Il punto di svolta. Scienza, società e cultura emergente, Milano, Feltrinelli.
  • Gordon T. (2014), Genitori efficaci. Educare figli responsabili, Molfetta Bari, La Meridiana.
  • Nardone G. (2015), Modelli di famiglia. Conoscere e risolvere i problemi tra genitori e figli, Milano, Tea Editore.
  • Saraceno C. (2016), Mamme e papà. Gli esami non finiscono mai, Bologna, Il Mulino.
  • Siegel D.J. (2016), Errori da non ripetere. Come la conoscenza della propria storia aiuta a essere genitori, Milano, Raffaello Cortina Editore.
  • Sennett R. (2008), L’uomo artigiano, Milano, Feltrinelli.
  • Sennett R. (2012), Insieme. Rituali, piaceri, politiche della collaborazione, Milano, Feltrinelli.
  • Saraceno C. (2012), Coppie e famiglie. Non è questione di natura, Milano, Feltrinelli.

Vuoi maggiori informazioni o prenotare un colloquio conoscitivo? Contattaci qui

corso triennale di counseling integrato

→ LEZIONI ANCHE ON LINE! ←

LE ALTRE PROPOSTE DI FORMAZIONE PER PROFESSIONISTI

aggiornamenti per counselor
supervisioni per counselor